Posts in Category: lavagna tattica

Siamo i cattivi

“The inspirational tagline of Italian football: «If you destroy it, they will go away».”
Brian Phillips

In ogni luogo dell’Universo che sia popolato da esseri senzienti si rinnova costantemente, giorno dopo giorno, ora dopo ora, l’eterno, appassionante e incerto scontro tra le forze del Bene e quelle del Male.
Una delle declinazioni terrestri di questa tenzone riguarda il come si debba giocare il calcio, e un antichissimo e attualissimo dibattito – che non ho intenzione né possibilità di riassumere in questo post – ha portato la maggioranza dei follower del gioco a convergere su di un’opinione: se c’è una squadra in grado di rappresentare le forze del Bene, quella squadra esiste dal 2008 ed è il Barcelona.

Ora facciamo finta che non ci sia da discutere per settimane


Napoli-Juventus – Anteprima

Fu così che ci ritrovammo la più affascinante partita di questo inizio di stagione collocata al termine di un anonimo martedì di fine novembre. Magari, un paio d’anni fa, un Napoli-Juventus del genere sarebbe passato quasi inosservato, ma stavolta è diverso. Sarà un match bello e pesante, una vetrina per il calcio italiano – che ancora non si è capito se abbia la polmonite o il raffreddore.

Le squadre

Fin qui, la Juventus è stata la migliore del campionato, il Napoli la migliore italiana in Europa. Entrambe hanno un allenatore carismatico e sanguigno, un grande collettivo e una notevole dose di agonismo. Ma per il resto sono davvero molto diverse.

Il Napoli gioca da magnifica provinciale. Tiene il baricentro basso, sa chiudersi e soffrire in fase di non possesso, aspettando gli avversari per poi ripartire velocemente


F2M, o del cambiare sesso alla nazionale

“L’Italia non produce gioco: sa cavare invece i massimi risultati dal contro-gioco.
Se gli avversari giocano bene, l’Italia vede immediatamente valorizzato il suo contro-gioco;
se invece giocano male, anche l’Italia gioca male per non saper produrre un gioco suo proprio.”

Gianni Brera, Presentazione della finale Italia-Germania, la Repubblica, 10 luglio 1982

“Ora tu, cara vecchia smandrippata Italia,
hai sfruttato appieno le virtù della tua indole, dunque della tua cultura specifica.”

Gianni Brera, Io triumphe: Italia Tricampeón Mundial, la Repubblica, 12 luglio 1982

Se pensate che il lavoro di Prandelli sia facile, scontato o banale, dovreste ricredervi. Se invece pensate che sia vano, potreste non avere tutti i torti.

L’Italia è squadra femmina. Non lo dico io, ma la storia delle sue vittorie, tutte ottenute esaltando l’attitudine all’attesa e